Tricolore Prestige: il crossodromo sanminiatese capitale nazionale del Motocross il prossimo weekend

San Miniato (PI), 28 agosto 2019 – La pista di San Miniato ospita la quinta e penultima prova del massimo campionato nazionale di motocross, che vedrà in gara anche i giovani della 125 Junior per un weekend
caratterizzato da alto spirito agonistico, da appassionata emulazione dei più grandi campioni. 

L’appuntamento si avvicina, dunque: sabato 31 agosto e domenica 1 settembre si apriranno i cancelli del crossdromo internazionale del Comune di San Miniato per la penultima prova del campionato italiano Prestige.

Dopo una sosta di due mesi, il tricolore riservato ai migliori piloti di motocross d’Italia si ritrova a Ponte a Egola, frazione di San Miniato, nel territorio della provincia di Pisa, per la quinta prova di questa stagione, che vede l’organizzazione del Moto Club Pellicorse diretto dal presidente Giorgio Sardi, che in questi giorni sta chiudendo i cantieri resisi necessari per una completa manutenzione al tracciato e a tutte le infrastrutture dell’impianto in vista dell’importante evento nazionale.

La precedente prova della Malpensa, l’ultima prima della pausa estiva, ha scombinato totalmente l’andamento del campionato, sia nella classe MX1 che nella MX2.

Samuele Bernardini (Yamaha – Bbr Offroad) si presenta nella sua Toscana dopo aver conquistato la tabella rossa di leader nella classe regina con un pur risicato vantaggio sul suo più diretto avversario, Alessandro Lupino (Kawasaki – Fiamme Oro), tornato in piena forma dopo il brutto infortunio che l’aveva bloccato alla Malpensa. Ci si attende una sfida entusiasmante.

Dietro ai due dominatori, il capoclassifica della Fast, Ramon Savioli(Husqvarna – Moto Racing Rieti), è uno dei protagonisti in grado d’inserirsi nella lotta per il podio. Insieme a lui ci sono Davide De Bortoli (Honda – Krosteam Gaerne) e Stefano Pezzuto (KTM – Bbr Offroad). Attenzione al ritorno in pista di Giovanni Bertuccelli (Honda – Pardi), tabella rossa del Supermarecross e fermo da diversi mesi per infortunio.

Nella classe Mx2 il primato di Michele Cervellin (Yamaha – Fiamme Oro) è in bilico. Il campione in carica si è infortunato alla Malpensa e la sua presenza a Ponte a Egola è ancora incerta: la riserva sulla sua partecipazione si scioglierà solo all’ultimo.

 

Tanti avversari sono pronti ad approfittare dei guai del Cerve. In primis Mattia Guadagnini (Husqvarna – Ardosa), secondo in classifica e fresco campione europeo 125, nonché vincitore della gara della Malpensa. Ma anche Maxime Renaux (Yamaha – Migliori Sm Action) e Alberto Forato (Husqvarna – Ardosa) hanno buone chance di rientrare in corsa per il titolo. Senza contare i possibili vincitori di giornata, come Nicholas Lapucci (Ktm – Fermignanese), Morgan Lesiardo (Ktm – Parini), Andrea Adamo (Yamaha – Migliori Sm Action) e Joakin Furbetta (Husqvarna – Dmx Motorsport).

 

Nella categoria Fast la situazione vede Kevin Cristino (Ktm – Major Motor) in testa davanti a Lorenzo Corti (Ktm – Parini), suo compagno di squadra nel team Maggiora Park, ed a Paolo Ricciutelli (Honda – Pardi).

La gara di Ponte a Egola vedrà per la prima volta un’interessantissima accoppiata. Insieme alle manche del Prestige, infatti, si disputerà anche la seconda finale del campionato italiano Junior 125, in testa al quale al momento c’è Daniel Gimm (Yamaha Mx Junior Team), seguito da Andrea Roncoli (Husqvarna – O Ragno 114 Torino) e Pietro Razzini (Yamaha MX Junior Team).

 

La diretta tv dell’evento partirà alle ore 9,40. Tutte le manche saranno trasmesse sul canale Youtube FXAction Live, sulla pagina Facebook FXAction e sulle pagine Facebook ufficiali delle varie nazioni 24MX. Inoltre la diretta è garantita da Mediasport Channel (canale 814 di Sky) e Sportivì. Quest’ultimo è visibile sui seguenti canali del digitale terrestre: Piemonte, Lombardia, Veneto e Liguria LCN188, Trentino Alto Adige LCN117, Friuli Venezia Giulia LCN173, Emilia Romagna LCN219, Toscana LCN296 e Lazio LCN 185.

Tutti i canali trasmettono secondo i parametri che saranno obbligatori a partire dal 2020, ovvero Mpeg-4 (SD H264), quindi sono visibili su tutti i televisori di ultima generazione (tv – decoder hd) previa nuova sintonizzazione dell’apparecchio.