Al Mugello, con pioggia e freddo, si è corso il 2° round del Trofeo Italiano Amatori Velocità

Scarperia (FI), 5 maggio 2019 – Scampato il pericolo-pioggia nelle prove ufficiali del sabato al Mugello, il maltempo si è scatenato domenica, con pioggia e soprattutto con temperature invernali che hanno messo alla prova i piloti del secondo round del Trofeo Italiano Amatori 2019, inserito nel programma della Coppa Italia.
Alla fine comunque tutte le gare si sono svolte regolarmente e, a parte alcune inevitabili scivolate, tutte fortunatamente senza conseguenze, il più longevo e partecipato trofeo motociclistico per amatori a livello mondiale ha ottenuto un ulteriore successo sotto tutti i punti di vista.
Da registrare l’elevatissimo numero di iscritti, che ha sfiorato quota 250 unità; le previsioni di maltempo e la conseguente svolta delle condizioni meteo hanno poi assottigliato le file degli effettivi partenti.
La manifestazione ha segnato il debutto di una delle grandi novità della stagione, il “Rookies Challenge” riservato ai piloti meno esperti della classe 1000 Base che ha richiamato una platea di partecipanti molto ampia, superiore ad ogni previsione.   
Da sottolineare, in condizioni ambientali veramente difficili, con pista bagnata (tutte le gare sono state dichiarate “wet”) e temperature di pochi gradi sopra lo zero, il comportamento ancora una volta superlativo della monogomma Metzeler Racetech, in questo caso nella versione rain, che ha garantito affidabilità, tenuta e prestazioni.
Le gare hanno visto la vittoria del fiorentino Alessandro D’Antonio (Yamaha) nella classe 600 Base; del ferrarese Francesco Alagna (Yamaha) nella classe 600 Avanzata; del lombardo Stefano Bertoli (Yamaha) nella classe 600 Pro; del siciliano Santo Isgro’ (Yamaha) 1000 Base; del calabrese Damiano Pipicella (Yamaha) nel neonato Rookies Challenge, inserito sempre nella 1000 Base; del catanese Manlio Scaglione (Yamaha) nella 1000 Avanzata e del marchigiano Tiziano Traini (BMW) nella 1000 Pro.
Doppia partenza nella 600 Base a causa di una bandiera rossa che ha interrotto la gara al secondo giro degli otto previsti, per una scivolata di alcuni piloti senza conseguenze fisiche, tanto che quasi tutti si sono ripresentati al successivo via. Gara bella e combattuta con tre piloti che si sono a lungo battagliati, alla fine sul gradino più alto del podio è salito Alessandro D’Antonio che ha preceduto Nicola Crestanini e Emanuele Attiani tutti su Yamaha. I tre sono giunti nello spazio di appena mezzo secondo.
I piloti della classe 600 Avanzata e Pro, come tradizione corrono insieme ma ovviamente le classifiche sono separate e così nell’Avanzata si è imposto Francesco Alagna su Corrado Fornari e Stefano Munerato, mentre nella Pro è stato Stefano Bertoli ad avere la meglio sull’esperto Guido Ticini, particolarmente a suo agio sul bagnato, e su Carlo Corsini. La gara ha visto il dominio delle Yamaha che hanno monopolizzato entrambi i podi.
Santo Isgrò ha replicato il successo di Misano nella classe 1000 Base e ora conduce a punteggio pieno il campionato; dietro il driver di Barcellona Pozzo di Gotto si sono classificati il laziale Giuseppe Marsella (Ducati) e l’altro siciliano Giovanni Cascone (Aprilia).
Nel neonato Rookies Challenge, che ha debuttato in questa prova all’interno della 1000 Base, si è imposto Damiano Pipicella che ha regolato il portacolori Aprilia Carlo Carminati e quello della Suzuki Christian Cippitelli.
Al termine di un bellissimo duello nella classe 1000 Avanzata Manlio Scaglione l’ha spuntata su Tiziano Mattioli (BMW) che ha mollato nell’ultimo giro evitando di prendere inutili rischi e accontentandosi della piazza d’onore. Il podio è stato completato da Roberto Varisco (Kawasaki) che in volata ha preceduto Vittorio Carminati (Ducati).
Tiziano Traini, una volta balzato al comando della gara della 1000 Pro, al terzo passaggio, non ha più mollato fino a chiudere con discreto margine sul campione in carica Alessandro Rossi (Yamaha) e su Simone Sbrana (BMW), protagonista di un eccezionale finale nel quale ha recuperato diverse posizioni.
In campionato nella 600 Base il leader è Nicola Crestanini; a guidare la 600 Avanzata è Francesco Alagna, mentre in testa alla 600 Pro si trova Carlo Corsini.
Nella classe 1000 Base guida a punteggio pieno Santo Isgrò; nella 1000 Avanzata il nuovo capoclassifica è Tiziano Mattioli e infine nella 1000 Pro Matteo Bizzotto mantiene la posizione di leader.
Prossimo appuntamento con il Trofeo Italiano Amatori il 9 giugno a Vallelunga.

Ama 2019 cl. 600 Avanzata: Francesco Alagna

Ama 2019 cl. 600 Base: Alessandro D’Antonio

Ama-2019 cl. 600 Pro: Stefano Bertoli

Ama 2019 cl. 1000 AV: Manlio Scaglione

Ama 2019 cl. 1000 Base: Santo Isgrò

Ama 2019 cl. 1000 Pro: Tiziano Traini

Ama 2019 cl. Rookies: Damiano Pipicella