Oltre 220 iscritti in Umbria per la gara inaugurale Veteran, Femminile e 125 con i toscani tra i favoriti

Tutto pronto per il campionato italiano Senior che questo weekend  partirà aprendo le ostilità del torneo riservato alle categorie Veteran, Femminile e 125cc due tempi a Castiglione del Lago, sulle rive del Trasimeno.

L’impianto perugino può vantare strutture di livello mondiale, ma sarà comunque messo a dura prova dall’arrivo di una carovana di oltre 200 piloti. Al momento della chiusura delle iscrizioni, è probabile che venga superato il tetto delle 230 presenze: un numero da record.

Piloti con caratteristiche diversissime tra loro, provenienti da generazioni agli antipodi. Si va dai 66 anni del più anziano, Hubert Falser (Honda – Evergreen), ai 14 di Beatrice Gargani (Husqvarna – Rignano Flaminio) e Daniele Ramon (Yamaha – Rosolina Mare), classe 2005.

I titoli in palio, come nel 2018, saranno otto: 125cc, Femminile, Veteran MX1 e MX2, Superveteran MX1 e MX2, Master MX1 e MX2.
Nella ottavo di litro sarà battaglia per sedere sul trono lasciato libero dall’umbro Dawid Ciucci. Il parterre è di grande livello: Stefano Pezzuto (Ktm – Bbr Offroad), vicecampione Prestige in carica, Ramon Savioli (Husqvarna – Moto Racing Rieti), che già l’anno scorso fece vedere grandi cose, e l’intramontabile Felice Compagnone (Ktm – Santa Marinella) sono i favoriti principali. Ma nelle gare della 125 i colpi di scena sono all’ordine del giorno e i piloti in grado d’inserirsi saranno tanti.

La bresciana Giorgia Montini (Yamaha – Gaerne) è la campionessa in carica Femminile e parte con le carte in regola per riconfermarsi. Altre sicure protagoniste sono la giovanissima toscana Elisa Galvagno (Yamaha – Megan Racing) e Francesca Nocera (Suzuki – Fiamme Oro). La grande favorita, la sei volte iridata Kiara Fontanesi (Yamaha – Fiamme Oro), è costretta a saltare la gara di Castiglione del Lago per problemi fisici.

I titoli Veteran sono un affare di famiglia. Tiziano Peverieri (Honda – Fagioli) è il campione della MX1 e quest’anno, oltre ai soliti Massimiliano Riccio (Husqvarna – Achille Varzi) e il gigliato David Liardi (Honda – Colli Fiorentini), tra gli avversari più quotati avrà anche Andrea Terenzi (Yamaha – Matelica). Nella MX2 confermatissima la presenza di Graziano Peverieri (Yamaha – Fagioli), che si ritroverà a duellare nuovamente con Gianluca Faccioli (Ktm – Castel San Pietro), l’altro toscano Gabriele Fondelli (Husqvarna – Ruote Artigliate) e gli altri.
La Superveteran vede ancora in pista il mattatore aretino Fabio Occhiolini (Ktm – AM Aretina), che punterà a confermarsi Re della MX1. Proveranno a impensierirlo Marco Ravaglia (Suzuki – Sasso Marconi) e Giovanni Annibaldi (Honda – Wyss). Nella MX2 si ripropone la sfida che aveva imperversato per tutto il 2018 tra il campione Ubaldo Di Domenicantonio (Ktm – Milani) e lo sfidante Adriano Piunti (Ktm – Simoncini). Occhio anche a Vincenzo Lombardo (Honda – Taormina), mostro sacro del cross siciliano.

La Master Mx1 è orfana del campione in carica Giachè, costretto ai box da un brutto infortunio. Strada in discesa per Giuseppe Canella (Honda – Rs 77), che però dovrà fare i conti con un pacchetto di avversari di tutto rispetto. Nella MX2 la caccia al titolo del fiorentino plurititolato Furio Franceschi è aperta e Norbert Lantschner (Honda – Evergreen) è pronto a scalare la classifica quel poco che gli manca per arrivare in vetta.

Fabio Occhiolini (AM Aretina) – ph Ruggero Visigalli