I toscani Valdimiro Brezzi (Africa Eco Race 2019) e Gabriele Minelli (Dakar 2019) pronti per i rispettivi rally

Valdimiro Brezzi, amatore ed appassionato che ogni anno affronta almeno tre o quattro gare internazionali, è già in prestart così come Giampiero Dal Ben che ha organizzato il suo team per poter partecipare alla gara che si concluderà dopo 12 tappe sul Lago Rosa, a pochi chilometri dalla mitica capitale del Senegal.

Giunta all’undicesima edizione, l’Africa Eco Race rappresenta l’avventura africana per eccellenza, l’unico rally raid che nel mese di gennaio attraversa Marocco, Mauritania e Senegal, attraverso alcuni dei deserti più belli al mondo. La partenza vera e propria della competizione è fissata per il 30 dicembre, dal Principato di Monaco; poi la carovana raggiungerà Sète per imbarcarsi con destinazione Africa.

 

Valdimiro Brezzi andrà a ripercorrere quelli che per tanti anni sono stati gli scenari consueti della Dakar, ricordo di tanti anni di ansia e speranza, delusioni e gioia, il suo obiettivo non è la classifica ma di giungere alle rive del Lago Rosa portando, oltre se stesso, il logo del Moto Club Castiglion Fiorentino e il nome di Fabrizio Meoni in quella sabbia che per anni lo ha visto protagonista. La sua avventura e quella del Team Maremma Dakar, di cui è componente, si è avviata da tempo con i preparativi e dopo questa pre-partenza, il 28 dicembre il via ufficiale da Monaco, poi 15 giorni di intensa fatica con il solo pensiero mirato a Dakar il 13 gennaio, dove potrà sventolare quel vessillo che non poté 14 anni or sono.

Da considerare che il numero dei piloti italiani che partecipano all’Africa Eco Race è considerevolmente cresciuto proprio in seguito alla presenza di Motor Bike Expo, un marchio che nel settore della moto non ha bisogno di presentazione e che da alcuni anni sta dimostrando di credere nelle grandi potenzialità che l’intero comparto dell’off road può esprimere.

A creare l’atmosfera del rally saranno soprattutto i piloti (con i propri mezzi, moto, auto e camion, preparati per la maratona), a cominciare da due campionissimi che, in Africa, porteranno le insegne di Motor Bike Expo. Stiamo parlando del leggendario Franco Picco, vicentino, 63 anni, già campione di motocross, vincitore di due Rally dei Faraoni, due volte secondo alla Parigi – Dakar, decimo all’Africa Eco Race 2018, e di Alessandro Botturi, campione di enduro e rally, che debutterà in questa competizione, dopo numerose esperienze alla Dakar, vestendo subito i panni del favorito.

 

Oltre a Brezzi, anche un altro toscano al via in un rally, si tratta di Gabriele Minelli (Ktm), 46 anni di Arezzo, che si dice affascinato dall’avventura ma spaventato dalle difficoltà della Dakar, che quest’anno per la prima volta nella sua storia si disputerà in un solo stato, il Perù.
Gabriele scopre i rally grazie alla leggendaria Dakar e Fabrizio Meoni, e con lui ha guidato nel deserto. Dopo aver gareggiato e ottenuto buoni risultati nell’italiano Motorally e aver vinto nella sua categoria al Rally Tuareg e al Rally d’Algeria, l’anno scorso ha preso il via alla Dakar, ma poi ha dovuto ritirarsi per un guasto tecnico alla moto.

Il rally marathon per antonomasia, che da qualche anno non si corre in Africa a dispetto del nome che è rimasto intatto evocando le origini di questa storica gara, partirà il 7 gennaio da Lima e si concluderà il 17 nella stessa capitale, snodandosi su un percorso di oltre 5.500 km, buona parte dei quali composto da dune e deserto. 167 fra moto e quad iscritte.

La Dakar è un’avventura speciale – dichiara Minelli -. Tutto è speciale: i paesaggi mozzafiato, le persone amichevoli che ti offrono da bere e da mangiare durante le relazioni, lo spirito di squadra al bivacco e tra i concorrenti. È una competizione ma per me è prima di tutto un lungo viaggio. Un modo per scoprire nuovi paesi, nuove culture, nuove persone. Sono affascinato dall’avventura e spaventato dalle difficoltà. Non è stato facile mettere da parte il budget, ma alla fine ce l’ho fatta ed eccomi di nuovo qui per realizzare il mio sogno“.

 

Valdimiro Brezzi

 

Gabriele Minelli nel 2017