Il Moto Club Brilli Peri ha radunato i suoi giovani atleti per festeggiare il 2018

Nel motociclismo un settore giovanile composto da più di cinquanta ragazzi, di età compresa tra gli 8 ed i 17 anni, è un’autentica rarità, forse non ha addirittura eguali. Ha fatto bene quindi il Moto Club Brilli Peri di Montevarchi, forte di questo straordinario patrimonio, a creare un autentico evento per festeggiare i suoi giovani.

Per celebrare degnamente un 2018 veramente eccezionale, l’associazione valdarnese ha messo dunque in piedi un doppio appuntamento: prima la premiazione nella sala consiliare del Palazzo Comunale e poi, la mattina dopo, una sessione di allenamento alla pista di Miravalle culminata in un grande pranzo con le famiglie dei piloti nel salone del crossodromo.

Quasi superfluo sottolineare che entrambi gli appuntamenti sono stati molto partecipati e attraversati da un senso di autentica festa, caratterizzato dalla soddisfazione per i risultati raggiunti nella stagione e dalle speranze che alimentano quella futura.

Organizzata con grande maestria e cura di ogni dettaglio dall’ala “femminile” del direttivo del Brilli Peri, con la vice-Presidente Giulia Lucacci in testa, la premiazione nel Palazzo del Podestà è stata condotta dal Presidente Alessandro Mugnaini ed ha visto presenti il Presidente ad  honorem Loris Bernini, l’Assessore Angiolo Salvi, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale, e Andrea Vignozzi, Presidente del Comitato toscano di Federmoto, insieme al delegato per la provincia di Arezzo Silvio Tenti. Il Presidente di Federmoto, Giovanni Copioli, ha inviato un messaggio con cui si è giustificato per l’assenza e di saluto a tutti i presenti al pari di Giorgio Cerbai, delegato provinciale di Arezzo del CONI.

Attentissimi e composti – proprio come si addice a sportivi di razza – i ragazzi hanno seguito la cerimonia e poi ne sono diventati protagonisti, al momento della consegna dei premi. Di tutti, indipendentemente dai risultati raggiunti, sono stati evidenziati i meriti e l’impegno. Un applauso particolare ha salutato i tre campioni di casa-Montevarchi e cioè Nicolas Puica, campione toscano minicross cat. Primi Passi, Tommaso Pretto, campione toscano minienduro cat. Debuttanti, e Brando Rispoli, campione italiano ed europeo cat. Cadetti (nonché 3° nel campionato mondiale).

Come detto la mattina dopo, la festa si è trasferita al Miravalle dove, seguiti da Fabio Franci e Andrea Napolitano, responsabili del settore giovanile, i ragazzi hanno potuto girare in pista, sempre badando alla tecnica, non al confronto diretto, prima del succulento banchetto.

Il senso dell’iniziativa viene poi illustrato dal Presidente Alessandro Mugnaini: “Abbiamo invitato i ragazzi e le loro famiglie, per dire loro “bravi” e, con un pizzico di presunzione, per sentircelo dire. E li abbiamo convocati in un luogo pubblico per eccellenza, perché la promozione dello sport giovanile è un valore di tutti, un patrimonio della comunità. Questi risultati sono il frutto del lavoro di promozione che c’è dietro e che con grande, autentica passione abbiamo avviato e portiamo avanti”.

La scuola di motocross gestita dal Brilli Peri, il progetto Primi Passi, riservato agli esordienti, le tante iniziative promozionali per i debuttanti ed i giovanissimi – sottolinea la vice-Presidente Giulia Lucacci – sono attività che precedono la pista, preparano alle competizioni, fanno apprezzare il fuoristrada, divertono i ragazzi e coinvolgono i loro genitori. Poi, ma solo dopo, si comincia a parlare di gare. Intanto queste due giornate sono state utilissime per conoscersi ancora meglio e per stare insieme: ci siamo veramente sentiti una grande famiglia del motocross!”.