Due giovani della Steels tra i Piloti di Interesse Nazionale

Arezzo – Due giovani centauri della Steels Motocross sono stati inseriti tra i Piloti di Interesse Nazionale. La stagione della scuderia aretina termina con la soddisfazione di un duplice inserimento dei suoi ragazzi tra i prospetti italiani di cui la federazione seguirà direttamente la preparazione e i risultati, per valutare una futura chiamata in maglia azzurra nelle prossime manifestazioni internazionali. La prima convocazione ha riguardato Samuele Chiantini che, nato a Rapolano nel 2006, rappresenta il più recente innesto della Steels con cui ha iniziato a collaborare negli ultimi mesi per ricevere assistenza tecnica alla moto e per affidarsi ai consigli dell’allenatore Andrea Botti in vista dei principali appuntamenti del 2019. Il senese è reduce da un ottimo sesto posto ai campionati italiani nella categoria Mx85 Junior e già nel 2016 era stato convocato in maglia azzurra per correre nel torneo giovanile “Franco-Italiano”, dunque per lui si tratta di una conferma tra le maggiori promesse del motocross tricolore. Il primo appuntamento tra i Piloti di Interesse Nazionale è fissato per sabato 1 e domenica 2 dicembre, quando Chiantini sarà sul circuito di Ottobiano (PV) per il raduno collegiale dove vivrà un confronto di alto livello con i migliori coetanei della penisola e dove potrà partecipare a sessioni di allenamento con i tecnici federali per ricevere tutte le indicazioni necessarie per perfezionare ulteriormente la sua tecnica di guida.

La seconda convocazione riguarda invece Samuele Pecorari del 2006 che nell’ultima stagione è emerso nella disciplina dell’enduro. Il pilota aretino ha dimostrato piena padronanza della sua moto ed è riuscito a chiudere al primo posto tutte le gare del campionato regionale nella categoria Junior, scavando un solco da ogni inseguitore e conquistando in anticipo il suo primo titolo toscano. Pecorari ha evidenziato il suo talento anche nel corso degli ultimi campionati nazionali dove è riuscito a piazzarsi in un ottimo quinto posto, convincendo così di poter far parte delle promesse dell’enduro su cui la federazione può investire. «Chiudiamo la stagione nel migliore dei modi – commenta Andrea Botti, patron della Steels, – potendo vantare ben due ragazzi tra i migliori prospetti d’Italia. Queste convocazioni tra i Piloti di Interesse Nazionale gratificano il lavoro che da anni stiamo portando avanti per la crescita e la valorizzazione dei giovani, individuando le maggiori promesse e fornendo loro il supporto per emergere. La bontà di questo impegno è dimostrata anche dai risultati ottenuti in pista perché, negli ultimi cinque anni, siamo riusciti a festeggiare ben cinque titoli regionali giovanili, di cui due solo nell’ultima stagione con la vittoria del campionato toscano di enduro con Pecorari e la vittoria del campionato siciliano di motocross con Eros Aricò del 2004. Tutto questo ci proietta con ottimismo e motivazioni verso un 2019 in cui continueremo ad accompagnare i nostri ragazzi nei vari tornei nazionali e internazionali».

Samuele Chiantini in azione

 

Samuele Pecorari in azione