Il campionato toscano di motocross tiene a battesimo il nuovo Miravalle

Il Moto Club Brilli Peri offre al campionato toscano di motocross il migliore scenario a cui una gara regionale possa ambire. Parliamo di una pista appena ristrutturata, nuova di zecca, disegnata secondo i dettami più evoluti di questo sport, che chiede solo di essere usata.

Così l’ultimo round del Toscano, in programma domenica con oltre 170 piloti ai nastri di partenza, potrà testare il “nuovo” Miravalle che, a 51 anni, cambia di nuovo completamente look.

Non è la prima volta che la storica pista di Montevarchi viene sottoposta ad una profonda opera di revisione: la capacità degli uomini del Brilli Peri di cogliere le tendenze più attuali del motocross si è infatti, nel tempo, più volte trasformata nel coraggio di mettere mano a ruspe ed escavatori (ma anche a pale e picconi).

In questo caso i lavori sono veramente appena terminati, c’è stato comunque il tempo per aprire l’impianto ad alcune sessioni di allenamenti (che hanno peraltro fatto registrare un boom di presenze) e ora è già il momento di far cadere il primo cancello di partenza.

Il programma della manifestazione, che vedrà in pista le classi MX1, MX2, 125 junior, 125 senior, Minicross, Veteran e Challenge, si aprirà domani mattina con le prove libere mentre l’intera giornata di domenica sarà occupata dalle prove di qualificazione e dalle gare decisive per l’assegnazione dei titoli regionali. L’ingresso per il pubblico sarà libero.

Il Miravalle ultima versione ha uno sviluppo di 1.527 e presenta un aspetto totalmente inedito nello scenografico anfiteatro che si apre davanti alle due tribune, di cui una coperta. Eliminati il “salitone” che, subito dopo la partenza, si inerpicava verso la sommità della collina ed alcuni vertiginosi saliscendi, il nuovo tracciato disegna traiettorie apparentemente più morbide e scorrevoli, in realtà tecniche e selettive. Lo spettacolo è garantito, il confronto si esalta ed a tutti i livelli, dagli amatori ai campioni, la pista è perfettamente fruibile e consente a ciascuno di dare il massimo.

Uno staff nutrissimo ha collaborato ai lavori, i professionisti impegnati hanno dato il massimo, finendo per essere coinvolti nell’impresa, a cominciare dal tracciatore Gianmarco Morelli, toscano di 26 anni con un curriculum ricchissimo alle spalle nonostante la giovane età. Ma eccezionale è stato il contributo offerto dai volontari, soci, simpatizzanti, sostenitori del Brilli Peri che hanno messo a disposizione dell’opera tempo libero, passione e capacità.

Ora è il momento del test più importante, quello agonistico ed anche la “squadra corse” del moto club valdarnese si mobilita per l’occasione.

Sono ben diciassette, infatti i piloti tesserati a Montevarchi iscritti alla gara. Si tratta di Yuri Bartolini (MX 2 Challenge), Andrea Betti (65 Cadetti), Cosimo Bimbi (85 Junior), Alessio Cannoni (85 Junior), Stefano Caselli (MX2 Superveteran), Stefano Casola (MX2 Master), Andrea Cipriani (85 Senior), Gabriel Coppini (85 Junior), Senio Crocini (85 Senior), Oliver Donato Masini (MX2 Expert), Gabriele Napolitano (65 Cadetti), Andrei Nicolas Puica (65 Cadetti), Brando Rispoli (65 Cadetti), Riccardo Tenti (125 Junior), Elio Gabriele Venuto (85 Junior), Duccio Vigni (125 Junior) e David Volodiev Yordanov (85 Junior).

Tra loro ci sono giovanissimi e veterani – dice Alessandro Mugnaini, Presidente del Brilli Peri -, alcuni sono in lizza per il titolo regionale, altri lottano per le prime posizioni e c’è anche chi gareggia per pura passione. Ma per ora non parliamo di classifiche, continuiamo a pensare all’occasione di stare insieme sulla pista tutta nuova. Poi ci concentreremo sulle gare e sui risultati”.

Vogliamo che tutti avvertano il clima di festa – sottolinea la vice-Presidente Giulia Lucacci –, ecco perché anche in questa occasione l’ingresso per il pubblico sarà gratuito. Lo spettacolo occuperà l’intero fine settimana, gli spettatori potranno comodamente accomodarsi sulle tribune e sarà in funzione il nostro grande ed ormai rinomato ristorante self-service, con tutte le migliori specialità della cucina toscana”.

David Yordanov

 

c

 

b

 

a