Clarissa Tognaccini: un talento che a soli 14 anni è divenuta la numero due in Italia

Pochi ancora i piloti donna nel Motocross e solo grazie alla promozione della Federmoto si riesce ad avere un campionato decente ma ancora non ricco di pilote e così l’argomento tra gli addetti del settore è sempre molto attivo. In questi ultimi anni l’Italia vanta una delle motocrossiste più forti al mondo, Kiara Fontanesi, parmense, a soli 24 anni si è laureata per la sesta volta campionessa Mondiale WMX, la massima espressione del motocross femminile.
Ma anche la Toscana vanta qualche valida rappresentante, tra queste anche la reggellese Clarissa Tognaccini, 14 anni compiuti, salita in sella la prima volta nel 2014 grazie ad un corso federale sulla pista aretina di Montevarchi. L’escalation è stata naturale, salendo di categoria via via che il livello di confidenza saliva e questo grazie ai consigli del pluricampione del mondo Chicco Chiodi e del babbo di Clarissa, Alessandro, campione nazionale in diverse specialità motociclistiche e apprezzato ultimamente nel motocross che gli permette di seguire la figlia sui vari circuiti d’Italia.
Un brutto incidente nel 2017 l’ha tenuta lontana dai circuiti per alcuni mesi, ma al suo rientro si è dimostrata più forte di prima ed ora, in sella alla sua Ktm 125, ha chiuso la seconda stagione nel Campionato Italiano Motocross Femminile con risultati più che soddisfacenti, sfiorando il titolo pochi giorni fa nell’ultima prova che si è corsa a Lesignano dé Bagni, in provincia di Parma, dove ha ottenuto un bellissimo secondo posto stagionale nel challenge più importante.
Un risultato che sembrava irraggiungibile ma grazie alla sua tenacia, la giovane pilotessa fiorentina, per nulla intimorita dalle avversarie e dalle condizioni al limite della pista che si faceva più difficile con il tempo che passava, è riuscita a portare a termine nella maniera migliore una stagione tanto impegnativa quanto ricca di soddisfazioni.

Rallegramenti anche da parte dei genitori Veronica e Alessandro che dichiarano di essere sorpresi per come la giovane figlia ha saputo gestire la motocicletta: “ammiriamo il suo impegno ed i valori che le abbiamo trasmesso, abbiamo cercato di sostenere in tutto la sua passione e ne siamo orgogliosi. Niente però viene a caso. Nostra figlia si sottopone a dei ritmi molto intensi di allenamento: le piste per esercitarsi non sono mai dietro casa, soprattutto quando le gare non sono in Toscana”.
Quello che conta però è andare sul podio e con un gran sorriso guardare soddisfatta babbo e mamma.

Clarissa Tognaccini

 

Clarissa Tognaccini in azione con la sua moto da cross

 

Clarissa Tognaccini

 

Clarissa Tognaccini, a dx, con il suo istruttore il pluriiridato Chicco Chiodi