Il pisano Leonardo Tonelli è il nuovo Campione Italiano Motorally 2017. Conosciamolo.

Conclusa la 7a delle otto prove del Campionato Italiano Motorally, flagellata dal maltempo con tagli di percorso e l’eliminazione della seconda PS in linea, a Pietralunga, in Umbria, nonostante la forte pioggia i riders non si sono certo risparmiati nel confronto in moto per la prova allestita dal Moto Club Off Road. A fare da contro altare alla giornata uggiosa è intervenuta la felicità dei piloti che si sono laureati campioni con una prova di anticipo rispetto al calendario agonistico, e tra questi anche il pisano Leonardo Tonelli. 
Il cascinese, in sella alla Husqvarna del Team CF Racing di Gazzada Olona, affiliato al Moto Club Costa Etrusca di Donoratico, ha conquistato un’altra importante medaglia al suo già interessante palmares, quella del tricolore Enduro 250 2T e Under 23.

Conosciamo meglio Leonardo Tonelli

Leonardo ha 20 anni compiuti a luglio, nato a Pontedera ma residente a Cascina, diplomato lo scorso anno e in famiglia solo il suo babbo ha praticato enduro, ma solo da amatore. Ha avuto la passione delle moto sin da ragazzo partecipando a motorally, gare di enduro e molte cavalcate, l’ultima quest’anno a marzo, la Volterra-Follonica che ha disputato in coppia con il babbo ed è stato lui a trasmettergli questa grande passione.
E’ proprio Leonardo a spiegarci gli albori di questa passione per le moto: “Ho cominciato a gareggiare col minienduro nel 2008, vincendo il mio primo titolo toscano nel 2009. Poi ho sempre continuato fino al 2011 che con il 50 mi sono affacciato al motorally grazie al Motoclub Valdera che si può dire mi ha cresciuto fino ad oggi e ancora lo sta facendo, fino ad arrivare al 2013 in cui vinsi il titolo italiano con il 50cc. Nel 2014, primo anno con la 125, sempre nel Motorally, arrivo secondo nella Under 23 e terzo nella 125. Nei successivi anni 2015-2016 mi sono dedicato solo all’enduro arrivando 6° nell’italiano Under 23 cat. Cadetti e vincendo il toscano, in entrambe le stagioni. Fino a prendere poi parte alle ultime due prove di Motorally nel 2016 e fare qualche buon piazzamento, ed eccomi qua nel 2017”.

Com’è stata la stagione che ti ha portato alla conquista di questi importanti titoli?
Allora, la proposta da parte di Husqvarna e CF Racing di correre nel Motorally – ci spiega il toscano fresco campione – è arrivata inaspettata e mi ha dato una bella iniezione di fiducia per arrivare bello preparato, visto che prima di quel momento non ero persino sicuro di correre nei rally. Mi sono preparato seguendo un programma in collaborazione con Laura (lb_personaltrainer) che oramai mi segue dal 2013, che prevedeva palestra, bici e moto ovviamente,fino ad arrivare alla prima gara all’Elba dove le prime due giornate ho fatto un pò fatica a prendere il ritmo, meglio la seconda dove sono riuscito a fare 2° di categoria e vincere la Under 23, da lì in poi presa fiducia nonché consigliato dal mio compagno e anche lui campione in anticipo Jacopo (Cerutti) e Fabrizio (Carcano), sono riuscito a vincere tutte le giornate fino ad ora con due buoni podi assoluti”.

Motorally o Enduro, cosa cambia?
Ehhh, è sempre molto difficile da scegliere e da descrivere, perché alla fine sono due cose diverse, con sforzi diversi, sicuramente l’Enduro è più impegnativo dal punto di vista tecnico, impegna molto la guida e il corpo in tempi anche più ristretti, mentre il Motorally mentalmente è molto più intenso; la tecnica è un pò meno invasiva e lascia il posto alla navigazione che talvolta è molto intensa e serrata. Resta il fatto che l’adrenalina a inizio speciale c’è sia nella prima che nella seconda disciplina ed è una droga da cui è difficile liberarsi! Inoltre il Motorally offre degli scenari molto belli e lascia più respiro durante i trasferimenti per godersi di essi, che ti fanno passare talvolta le 8 ore in moto”!

Chi è che ti assiste alle gare?
Durante il campionato Motorally sono seguito appunto da Fabrizio e la sua squadra, Simone e Antonio, mentre durante il toscano e Trofeo Husqvarna Enduro i ragazzi della Garaffi Moto di Poggibonsi, in nome di Gianni e Alessio, mi ospitano sotto la loro tenda marchiata naturalmente Husqvarna”.
Questo bellissimo risultato non l’avrai raggiunto da solo?
Assolutamente nò, per questo devo ringraziare in primis la mia famiglia mamma, babbo, nonno e nonna “sponsor” principali, inoltre, ma non per importanza, Husqvarna e CF Racing nel nome di Fabrizio e tutto il team per la fiducia e la moto sempre a dir poco “PERFETTA”, Garaffi Moto che mi ha fornito l’assistenza dell’enduro e un grandissimo supporto per le moto con cui ho preso parte ai campionati. La mia ragazza che non ha mai mollato un colpo ed è stata molto paziente, sempre, “grazie Fede”. Tutti gli sponsor tecnici: Airoh, Gaerne, Progrip, Rtech, Michelin, Bel-Ray, Ramirez, e infine tutti i miei amici dell’enduro e dei rally che sono stati sempre fantastici con un supporto immenso”.

Foto di gruppo per Leonardo Tonelli

 

Leonardo Tonelli in azione