Acqua e fango condizionano le gare di Gioiella del Toscano Motocross

Prima la pioggia e poi il fango, hanno condizionato le gare di motocross svoltesi sul crossodromo internazionale “Vinicio Rosadi” di Gioiella. Degli oltre 200 iscritti alla penultima prova del Campionato Toscano, ospitato nell’occasione dal Moto Club Trasimeno, solo un centinaio si sono presentati alla manifestazione. Assenti quasi tutti i piloti provenienti dal nord della regione a seguito delle alluvioni che hanno imperversato nella notte e di quelli che sono arrivati, molti hanno scelto di non partecipare alle gare dopo aver effettuato le prove, tanto che delle quattordici corse in programma, alla fine se ne sono effettuate solo sette e sempre a ranghi ridotti. In particolare a dare forfait sono stati i piloti più esperti, quelli delle categorie Amatori e Over 35/40, mentre pur con numeri modesti, hanno deciso di gareggiare i giovani della classe 125 Under e Over 17 e i giovanissimi del Minicross Senior e Junior.
Un plauso a queste nuove generazioni che con encomiabile impegno, sono riuscite con immaginabili difficoltà a concludere le gare, non lesinando agonismo e dando anche spettacolo, tanto che il presidente del Comitato Regionale Toscano Andrea Vignozzi, li ha voluti pubblicamente ringraziare in occasione della cerimonia delle premiazioni.
“Rischiano invece pesanti sanzioni – riporta il comunicato del Motoclub Trasimeno – il gruppo degli Over, del quale fanno parte piloti non più giovani ma che hanno grande esperienza anche a livello internazionale. Questi, infatti, in occasione della prima manche, quando ancora la pista era praticabilissima, una volta posizionatisi al cancello di partenza, si sono rifiutati di partire, adducendo che l’accorpamento di più classi creava pericolo. Dimenticando che quando i piloti sono pochi, è una normale prassi prevista anche dal regolamento federale. Ancor più triste la manche del pomeriggio dove al via si sono presentati solo in sette sui quaranta aventi diritto”.
Per la cronaca sono da evidenziare le vittorie nella categoria Minicross di Nicola Salvini e Cosimo Bellocci, rispettivamente nelle classi 85 Junior e Senior e di Daniel Bazzucchi e Matteo Colangelo nella classe 125 Under e Over 17.
Nonostante le difficoltà, encomiabile il lavoro svolto dallo staff del Moto Club Trasimeno diretto da Paolo Burini che ha fatto di tutto pur di non annullare la gara, un lavoro straordinario che lo stesso presidente toscano della FMI e il commissario federale, hanno riconosciuto dichiarando che “in queste condizioni meteo” in poche piste al mondo sarebbero riusciti a portare a termine la manifestazione.
Archiviata questa gara il Moto Club Trasimeno si appresta ad ospitare il prossimo 7 e 8 ottobre l’ultima tappa del Trofeo Centro Italia, riservato alle classi MX1, MX2 e Minicross.

Foto Yuribenci.com