Comunanza: Mirco Brezzi a podio nella 4a di tricolore Enduro

Comunanza, piccola cittadina posta nel cuore delle Marche, subito ai piedi dei Monti Sibillini, è stata teatro domenica 21 maggio del 4° round del campionato italiano enduro Under 23 e Senior. Già dal sabato è stata la pioggia a farla da padrone, con forti fenomeni temporaleschi e grandinate che hanno reso difficoltoso il lavoro gli organizzatori costretti a togliere parte del giro.
Il giro, inizialmente di 50 km, è stato ridotto dopo il primo passaggio a causa di una mulattiera impegnativa resa viscida dalla pioggia su cui anche i piloti in preparazione al Mondiale di Spoleto del prossimo weekend hanno avuto necessità dell’aiuto esterno.
Due le prove speciali disegnate dagli organizzatori, un cross test su prato e una enduro test veloce con alcuni tratti di mulattiera impegnativa, da ripetersi rispettivamente quattro e tre volte. Mirco Brezzi ha accusato molto il terreno a lui poco congeniale, commettendo alcuni errori nella prima tornata che gli hanno fatto perdere molti secondi. Già dal secondo giro ha aumentato il ritmo riuscendo a rimontare fino al 2° posto nella classe E1 2T Senior. Con questo risultato la vetta di campionato si allontana a 6 punti, quando ancora è tutto da giocarsi nella gara finale.
Anche Giorgio Berri accusa la pesantezza del terreno commettendo alcuni errori nel primo giro che lo fanno retrocedere fuori dalla zona punti. Nel finale aumenta il ritmo riuscendo a risalire fino al 12° posto finale nella classe E3 Junior.
Molto in difficoltà Luca Gualdani. Per lui troppe cadute e solo un 19° posto nella classe E2 Senior. È invece costretto al ritiro Filippo Grimani che, dopo un contatto con un pilota mentre erano fermi in mulattiera, cade lussandosi la spalla. Per lui nuovi accertamenti che porteranno alla luce l’entità dell’infortunio.
Mirco Brezzi: “Ho sbagliato la prima speciale e ho perso subito quasi un minuto. Ho corso tutta la gara in rimonta ma sono riuscito a conquistare comunque il secondo posto per tenere ancora aperti i giochi per il campionato. Con 6 punti da rimontare e una sola gara non sarà facile ma le gare finiscono solo dopo il traguardo”.
Luca Gualdani: “Purtroppo il fango non è il mio terreno preferito. Col sole dei giorni precedenti speravo nel terreno duro ma le gare sono così, basta un po’ di pioggia per rimescolare le carte in tavola”.

Giorgio Berri

Luca Gualdan